lettiera-per-gattini-come-pulirla-togliere-peli

Il momento in cui si decide di voler condividere parte della nostra vita con un amico a quattro zampe è sicuramente importante.

Che si scelga un cane, un gatto o un altro animale domestico è necessario fare delle valutazioni preventive, così da capire quale animale sia meglio per il nostro stile di vita e per la nostra famiglia.

In tanti scelgono di adottare un gatto per via della sua proverbiale indipendenza: è vero, il gatto può essere meno impegnativo da gestire rispetto a un cane, anche se è bene sapere sin da subito che ogni giorno (e più volte al giorno) ci si dovrà occupare della pulizia della sua lettiera.

Per molti si tratta di un lavoro rapido e semplice da svolgere, tuttavia ci sono alcuni accorgimenti che, se seguiti, possono facilitare l'igiene e la pulizia, tanto della lettiera, quanto di tutta la zona che la circonda: chi ha un gatto sa bene che dopo aver utilizzato la lettiera, il felino spesso si diverte a grattare sulla sabbia, facendone andare granellini ovunque!

Lettiera per gattini: quando pulirla?

Per quanto riguarda la gestione del gatto, la pulizia della lettiera è uno dei pochi aspetti di cui la famiglia umana si deve occupare quotidianamente, insieme a cibo, acqua, pelo ed eventuali cure specifiche.

Una volta entrato a far parte della casa, il gattino imparerà molto presto a fare i propri bisogni all'interno della lettiera che gli sarà messa a disposizione. A questo punto sarà necessario che la sua famiglia tenga pulita la sabbia il più possibile.

Pulire la lettiera rimuovendo ogni parte di escremento è un lavoro da fare ogni giorno, circa due o tre volte, anche se molto dipende dai gatti, dalle loro esigenze e anche dalle loro preferenze: ci sono gatti che non utilizzano la lettiera se la sabbia non è perfettamente pulita!

Pulire la sabbia del gatto richiede attenzione, ma si fa in poco tempo, soprattutto se si utilizza una sabbia di qualità e facile da cambiare e da gestire. La pulizia totale della lettiera, invece, non si fa ogni giorno, ma con frequenza comunque piuttosto regolare.

La pulizia della lettiera può avvenire più distanziata nel tempo, ma è bene sempre tenere monitorato il livello di igiene, così da essere pronti a intervenire in ogni momento, in caso di bisogno.

Lettiera per gatti: come pulirla

Può sembrare un gioco da ragazzi, ma pulire la lettiera richiede alcuni accorgimenti essenziali. Il più importante è legato ai prodotti che si utilizzano. Bisogna assolutamente evitare l'utilizzo di prodotti e detersivi dannosi (come la candeggina) che potrebbero creare problemi anche gravi ai nostri amici felini.

È fondamentale che si scelgano prodotti per la pulizia della lettiera che non siano nocivi, in alcun modo, al gatto.

Per tale motivo, il consiglio principale che viene dato a chi cerca informazioni relative alla pulizia della lettiera, è quello di usare ingredienti che sicuramente saranno già presenti in casa, come aceto o bicarbonato di sodio. Entrambi, infatti, sono perfetti per igienizzare la lettiera e soprattutto sono utilissimi per eliminare gli odori che inevitabilmente si presentano dopo il loro utilizzo.

Non meno importante: quando si pulisce la lettiera e anche quando si cambia semplicemente la sabbia, sarebbe opportuno indossare guanti di gomma e mascherina, al fine di non entrare in contatto con urina e feci del gatto, qualora contaminate.

Pulizia lettiera del gatto con aceto. Come fare?

Se si sceglie di utilizzare l'aceto, ecco che una volta smaltita tutta la sabbia dalla lettiera (smaltimento da fare seguendo le indicazioni presenti sulla confezione della sabbia stessa) potrete utilizzarlo direttamente o diluendolo in poca acqua, così da pulire bene e globalmente la lettiera.

L'aceto, grazie alle sue proprietà, sarà in grado di igienizzare ed eliminare i cattivi odori. Una volta pulita e asciugata, potrete riempire nuovamente la lettiera con la sabbia e rimetterla a disposizione del vostro gatto.

L'aceto è perfetto anche per disinfettare la lettiera: sarà sufficiente svuotare la lettiera dalla sabbia e versare un po' di aceto di vino, quello che basta per ricoprire la base della lettiera. A questo punto lasciare agire per una mezz'ora e poi procedere con il risciacquo.

Lettiera gatto: pulizia con bicarbonato di sodio

Chi invece decidesse di voler optare per il bicarbonato di sodio, la cosa fondamentale che si deve sapere è che il bicarbonato è da mettere prima di cospargere la lettiera con la sabbia: uno strato di bicarbonato messo prima della consueta dose di sabbia saprà catturare i cattivi odori senza infastidire né il gatto, né la famiglia umana.

Il consiglio è quello di tenere sempre una buona scorta di bicarbonato, poiché di norma la lettiera viene cambiata piuttosto spesso!

Mantenere una corretta pulizia e igiene della lettiera è utile tanto per la salute del gatto, quanto per i suoi familiari umani. Posizionare la lettiera in un luogo appartato ma non troppo nascosto e facile da raggiungere per il gatto è altrettanto doveroso, perché il gatto ha sì bisogno di privacy, ma senza esagerare!

Lascia un commento

Tutti i commenti vengono moderati prima di essere pubblicati

Potrebbero interessarti...

Borsa trasportino Wall-EBorsa trasportino Wall-E
Borsa trasportino Wall-E
Prezzo scontato€17,52 Prezzo di listino€21,90
Disponibile
Cuccia materassino rinfrescante OlafCuccia materassino rinfrescante Olaf
Cuccia materassino rinfrescante Olaf
Prezzo scontatoDa €50,90 Prezzo di listino€63,70
Disponibile
Copri bagagliaio per auto rossoCopri bagagliaio per auto rosso
Copri bagagliaio per auto rosso
Prezzo scontato€30,32 Prezzo di listino€37,90
Disponibile