Un recinto per gatto è utile quando vuoi proteggere il tuo animale e, allo stesso tempo, farlo stare all’aria aperta; serve anche quando si è in vacanza, magari in una casa con giardino in affitto e si ha paura che il micio si perda in una zona che non conosce.

Per realizzare da solo un recinto per gatto, hai diverse opzioni.


Costruire un recinto per gatti se hai già una staccionata

Se il tuo giardino o la resede sono già delimitati da un qualche tipo di recinzione, staccionata o rete, sei già a metà del lavoro. Ti basterà infatti rinforzare quello che già c’è per renderlo a prova di gatto e per farlo ci sono diverse soluzioni:


  • Staffe di ferro e rete e maglie strette

Il trucco sta nell’attaccare in cima al muretto o al cancello delle staffe di ferro ad angolo e ricoprirle poi con una rete metallica che corra lungo tutto il perimetro. In questo modo creerai una sorta di tettoia rivolta verso l’interno del giardino che scoraggerà il tuo gatto dall’arrampicarsi e fuggire.


  • Strisce con spine (di gomma)

Anche se all’apparenza può sembrare una soluzione crudele e dolorosa, in commercio in realtà esistono delle apposite strisce di gomma dura trasparente da attaccare in cima al muro o alla staccionata. Quando il tuo gatto proverà a salirci sopra per scavalcare, non si farà del male. Proverà solo un fastidio, sensazione che sicuramente lo dissuaderà dal riprovarci in futuro.


  • Tubi e canne

Un altro metodo per creare un recinto per gatti prevede l’impiego di tubi di plastica, canne o oggetti simili. Sempre mediante delle staffe ad angolo di metallo o di legno, puoi attaccare due o tre tubi in parallelo, a distanza ravvicinata l’uno dall’altro, all’estremità del muro o staccionata. In questa maniera, quando il gatto vorrà scavalcare, troverà questo ostacolo ad impedirglielo.



Costruire un recinto per gatti se non hai una staccionata

Se la tua casa non è delimitata da un muretto o una staccionata, ma vuoi ugualmente mandare fuori il gatto senza paura per la sua incolumità, niente paura: abbiamo qualche suggerimento per te!

L’ideale è riservare al tuo gatto una piccola zona dello spazio che hai a disposizione all’esterno.


  • Un piccolo giardino per il tuo gatto

I gatti amano molto mangiucchiare le piante, perché sono utili per ripulire lo stomaco dal pelo che mangiano quando si lavano. Puoi quindi pensare di isolare una zona all’aperto che hai a disposizione intorno a casa per metterci alcune piante - ad esempio il caprifoglio o la menta - e anche un materassino idrorepellente e lasciare che il tuo micio ci trascorra del tempo.


  • Crea un recinto indipendente per il gatto

Un’ultima soluzione prevede la realizzazione di un recinto partendo da zero. Ti serviranno dei pali di legno alti almeno 1,5/2m, della rete metallica, del fil di ferro, chiodi, colla per legno o comunque qualcosa adatto a incollare e unire e poi un po’ di pazienza. Quello che devi fare è imbastire 6 pannelli (4 per i lati e 2 per la parte superiore e quella inferiore) creati con i pali e la rete per poi unirli così da formare un cubo da poter piazzare in giardino. Ovviamente uno dei lati dovrà essere pensato per potersi aprire, così che il gatto possa entrare in questa sorta di parco giochi creato per lui. Puoi anche di decidere di creare solo tre lati e appoggiare la struttura al muro di casa. Così facendo il tuo gatto potrà trascorrere un po’ di spazio all’aria aperta, senza la paura che fugga o si faccia del male.

Cosa ne pensi delle nostre soluzioni per il recinto per gatti fai da te? Ti sembrano sufficienti per placare il desiderio di fuga e di scoperta del tuo micio?