Anche il tuo micio soffre il caldo! Ecco tutti i consigli per l'estate.

Anche i gatti soffrono il caldo

Sembra strano, ma anche i gatti soffrono il caldo!
Sei abituato a vedere il tuo micio rotolarsi al sole, cercando di farsi coccolare da ogni raggio e ti è sempre stato chiaro quanto i gatti amino riscaldarsi. Per questo, quando le temperature si alzano, è più istintivo pensare a proteggere il cane dal caldo. E il micio?
Anche i gatti, come i cani, non sono dotati di ghiandole sudoripare diffuse su tutto il corpo come noi e sudano soltanto a livello dei polpastrelli, pertanto non sono in grado di disperdere efficacemente il calore corporeo. Inoltre la respirazione a bocca aperta per facilitare la traspirazione tramite la lingua è del tutto insufficiente quando le temperature esterne raggiungono valori superiori ai 30°C. A questo aggiungi che i felini sono degli animali dal sangue particolarmente caldo – un micio arriva tranquillamente ai 40 gradi corporei – e sarà facile capire perché per loro l’estate potrebbe essere addirittura più faticosa che per i loro amici umani. Diventa quindi molto importante capire come proteggere il gatto dal caldo estivo.

gatto al sole

I gatti che soffrono di più il caldo

Nessun micio deve essere trascurato durante il caldo estivo, ma ci sono dei tipi di gatto che soffrono il caldo più degli altri:

  • I gatti anziani;
  • I gatti obesi;
  • I gatti a pelo lungo, come i Maine Coon e i Norvegesi delle Foreste;
  • I gatti persiani, che, oltre che con la folta pelliccia, devono fare i conti anche con una conformazione del muso che rende difficile la dispersione del calore.

Prevenire un colpo di calore nel gatto

Se non vengono prese le giuste precauzioni per proteggere il gatto dal caldo, si corre il rischio di un colpo di calore, problema potenzialmente mortale per i felini.
Se il gatt passa troppo tempo esposto a elevate temperature, può andare in ipertermia: la sua temperatura corporea aumenta notevolmente,causando una serie di reazioni nel suo organismo che possono portarlo alla morte. Un gatto con un colpo di calore mostrerà sintomi come difficoltà respiratorie, affanno, mucose molto rosse, febbre, vomito, emorragie e anche shock. Se noti sintomi simili, porta immediatamente il tuo micio dal veterinario.
Insomma i gatti soffrono il caldo e un altro rischio che corrono è quello di scottarsi, come accade a noi esseri umani, in particolar modo su naso e orecchie, a maggior ragione se hanno il pelo bianco. Scopriamo quindi come proteggere il gatto dal caldo estivo!

gatto sdraiato al sole

I rimedi per proteggere il gatto dal caldo

Per proteggere il tuo micio dal caldo estivoci sono tante piccole accortezze capaci di fare una grande differenza. Proviamo a elencarle:

  • Acqua fresca: in estate il gatto cercherà naturalmente l’acqua fresca per dissetarsi. Se resti fuori casa per tutto il giorno, procurati una ciotola auto-riempienti o inserisci un cubetto di ghiaccio nella ciotolina, per non far riscaldare troppo l'acqua;
  • Alimentazione leggera: la dieta estiva non deve essere troppo pesante. Può essere utile spezzettare la pappa in più round durante la giornata, così da non appesantire la digestione, e scegliere cibi umidi e leggeri;
  • Cuccia fresca: assicurati che il giaciglio preferito del tuo micio si trovi all'ombra. Se vuoi, puoi anche dare un'occhiata ai nostri modelli rinfrescanti;
  • Ventole e condizionatori: i gatti prendono facilmente il raffreddore se esposti troppo a lungo all'aria condizionata, mentre apprezzano molto la brezza creata dai ventilatori;
  • Toelettatura: se il micio è a pelo lungo, può aiutare accorciarne il manto per fargli soffrire meno il caldo. Attenzione, però, con gli esemplari dai colori chiari, che hanno una pelle praticamente bianca e rischino di scottarsi facilmente al sole se privati del pelo;
  • Panno inumidito: lascia uno straccio bagnato in prossimità della cuccia, così il gatto potrà accoccolarcisi;
  • Tende e tapparelle: se il gatto vive prevalentemente in casa, una buona idea è abbassare le tapparelle o chiudere le tende nelle ore più calde della giornata;
  • Automobile: limitare i trasporti in auto durante l’estate e, soprattutto, mai lasciare il gatto incustodito in un parcheggio o mentre si fa la spesa perché il veicolo sotto il sole diventa un vero e proprio forno;
  • Bagnare la testa: se fa davvero molto caldo e il gatto respira affannosamente puoi bagnargli la testa con dell’acqua fresca, evitando le orecchie;
  • Bagnare le zampe: le zampe del micio, in particolare i polpastrelli, aiutano la temperatura corporea a scendere. Oltre alla testa, prova a bagnare anche questa parte del corpo.