Non sentirti in colpa se il tuo cane ti ringhia contro: scopri perché e come risolvere il problema!

Quando il cane ringhia

Quando un cane ringhia al padrone, è facile che quest'ultimo, se ha la coscienza pulita, si senta immediatamente in colpa e inizi a chiedersi dove ha sbagliato. Se sei in questa situazione e ti stai facendo questa domanda, ti rispondiamo subito: è probabile che tu non abbia fatto assolutamente niente di "sbagliato", bisogna solo riuscire a trovare il modo di comunicare con il cane!
Il ringhio del cane è prima di tutto una forma di comunicazione, in particolare si tratta di un avvertimento. Se reagisci sgridando l'animale, probabilmente la prossima volta che si ritroverà nella stessa situazione attaccherà direttamente, giudicando inefficace l'avvertimento precedente. D'altra parte, anche mostrandosi intimoriti o non reagendo al ringhio del cane si rischia di peggiorare la situazione, mettendolo in una posizione di dominio a cui difficilmente vorrà rinunciare.
Quando il cane ringhia al padrone è scattato un impulsivo meccanismo di difesa ed è inutile, se non addirittura controproducente, cercare di eliminare questo comportamento istintivo. L'unica cosa da fare è capire perché il cane ha queste reazioni e, quindi, trovare la soluzione adatta.

Perché il cane ringhia

Se ti è capitato, ti sarai sicuramente chiesto "perché il mio cane mi ringhia contro?"
Le cause del ringhio del cane possono essere molteplici. La prima e più comune è che il cane si senta in qualche modo minacciato da qualcosa, esattamente come un gatto quando soffia. In questo caso, dovrai cercare di capire cosa lo fa sentire in pericolo per risolvere il suo disagio.
Se però il cane ringhia sempre non può essere a causa della percezione di una minaccia: nessun cane si sente in pericolo in continuazione! In questo caso, all'origine del problema potrebbe esserci un trauma psicologico subito da cucciolo che spinge l'animale auno stato costante di aggressività. Un'altra spiegazione se il tuo cane ringhia in continuazione è che si tratti di una patologia fisica, come la rabbia. Entrambi i casi richiedono assolutamente l'intervento di uno specialista.
Se il tuo cane ringhia, però, può essere anche per un motivo apparentemente banale, come il tuo odore! I cani infatti hanno un olfatto molto sviluppato e possono reagire con aggressività a ogni tipo di odore forte, anche uno che noi consideriamo piacevole. In questo caso è facile individuare il problema: basta provare a cambiarsi i vestiti e fare una doccia per poi vedere se l'atteggiamento del tuo amico peloso cambia.

Perché il cane ringhia quando mangia

Il ringhio per il cane è anche un'affermazione di dominio e di possesso ed è quindi piuttosto comune che un cane reagisca in questo modo se ci si avvicina alla sua ciotola, specialmente mentre sta mangiando. Sta solo esprimendo chiaramente il possesso del suo cibo. Può sembrare strano da parte del nostro amico fidato, ma è un attegguamento molto diffuso nel regno animale: capita che lo facciano anche i gatti!

Perché il cane ringhia quando gioca

Esattamente come per il cibo, alcuni cani diventano molto possessivi con i loro giocattoli e non permettono a nessuno di toccarli, nemmeno al padrone! Anche in questo caso, se il cane ringhia lo fa per mostrare il proprio dominio su qualcosa.

Perché il cane ringhia al gatto

Hai portato a casa un nuovo gattino e il tuo cane gli ringhia contro? Questa è una situazione piuttosto frequente: il cane difende il suo territorio dall'"intruso" e per questo ringhia. Il fatto che sia una circostanza comune non vuol dire che non la si debba tenere d'occhio, anzi! Tieniti pronto a intervenire se il tuo cane mostra segni di aggressività e metti in pratica tutti gli accorgimenti per farlo andare d'accordo con il gatto.

Cosa fare quando il cane ringhia al padrone

Chiarite le cause principali che possono spingere un cane a ringhiare al padrone, è il momento di capire come farlo smettere!
Prima di tutto allontana i bambini, così che non scattino gelosie tra cuccioli pelosi e non, e osserva von attenzione il comportamento, i movimenti e il corpo del tuo cane: assicurati, insomma, che non abbia ferite o problemi fisici. Appurato che la causa è una sensazione di pericolo percepita dal cane, devi riuscire a tranquillizzarlo e a farlo sentire coccolato. Con calma, prudenza e movimenti lenti ristabilisci un rapporto di fiducia reciproca e riprendi il controllo della situazione. Parlagli con voce flebile, chiamalo per nome e avvicinati molto lentamente, magari non "dall'alto". Se la situazione è sotto controllo, fagli qualche carezza e ricordagli che in casa non ha niente da temere.
Se però il cane ringhia quando lo sgiridi la situazione è leggermente diversa. Ovviamente partiamo dal presupposto che si tratti di un cane amato e ben tenuto, rimproverato per qualche marachella: un cane maltrattato ringhierà e avrà ragione a farlo. Se invece il tuo peloso ringhia quando lo rimproveri, probabilmente sta cercando di asumere una posizione di supremazia nei tuoi confronti.
Che fare a questo punto? MAI usare la violenza, ma c'è bisogno di un atteggiamento deciso per ristabilire le gerarchie. Un "NO" secco e pronunciato con voce imperiosa, accompagnato da una distrazione, magari sonora, possono essere la risposta migliore per educare un cane un po' reticente.