Tanta paura e troppe domande: facciamo chiarezza su cani e coronavirus

Il migliore amico dell'uomo ai tempi del coronavirus

Nessuno poteva immaginare che il 2020 avrebbe preso una piega tanto preoccupante: l'emergenza coronavirus ci ha spiazzati e ci ha lasciati pieni di domande e timori. Nonostante le poche informazioni a disposizione riguardo alla possibilità che il contagio si trasmettesse attraverso gli animali domestici, molti hanno agito di impulso e a pagarne le conseguenze sono stati proprio i cani: rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, gli abbandoni sono aumentati del 30%.
Per fermare questa catena di abbandoni, la cosa migliore è chiarire ogni dubbio: facciamo chiarezza su cosa comporta avere un cane durante l'emergenza coronavirus.

I cani possono trasmettere il coronavirus all'uomo?

No, non c'è alcuna prova che i cani possano trasmettere il coronavirus all'uomo.
Preferiamo essere netti su questo argomento, perché i timori e le preoccupazioni in questo periodo sono già troppe per lasciar spazio a ulteriori dubbi.
Recentemente si è parlato molto di un cane di Hong Kong, risultato positivo al coronavirus: anche su questo caso, cerchiamo di fare un po' di chiarezza: in realtà, i tamponi hanno dato un risultato "leggeremente positivo", ma l'animale non ha mostrato sintomi riconducibili al virus. Possiamo quindi affermare che sembra che i cani, anche se di rado, possono essere contagiati dal Covid-19, ma non ci sono dati per affermare che questo rappresenti per loro un pericolo.
Per quanto riguarda la possibilità di trasmissione del virus dal cane all'uomo, non è emerso nessun elemento che possa portare a trarre questa conclusione. Quindi tieniti stretto il tuo amico peloso, non c'è alcuna ragione per abbandonarlo.

Posso portare fuori il cane durante la quarantena?

Comunicazioni ufficiali e decreti si susseguono, le regole della quarantena cambiano da un giorno all'altro, ma sì: puoi portare fuori il cane.
In molti hanno ironizzato su quanto sia diventato popolare ultimamente fare la solita vecchia passeggiatina col cane per fargli fare i bisogni: infatti, questa è una delle poche occasioni concesse per uscire di casa. Bisogna però, anche in questo caso, osservare regole specifiche: può essere una sola persona a portare fuori il cane e il giro, oltre a essere breve, deve limitarsi a zone limitrofe, nel rispetto di tutte le misure precauzionali.
Oltre a questo, ci sono altre attenzioni importanti per uscire con il cane: una volta rientrato, cambiati i vestiti e disinfetta le zampe del tuo amico per evitare il rischio di portare in casa contaminazioni dall'esterno.

È consigliabile avere un cane in casa durante l'emergenza coronavirus?

L'emergenza coronavirus è prima di tutto sanitaria, ma coinvolge molti aspetti della nostra vita. Ci siamo trovati, da un giorno all'altro, privati della nostra routine e del contatto con i nostri cari, ci ha fatto sentire un po' più soli. In questa situazione, una delle cose migliori che ci possono capitare è avere un cane in casa.
Si pensi solo che tra i benefici maggiormente riconosciuti della pet therapy ci sono il miglioramento della vita relazionale e il superamento delle paure. I cani durante l'emergenza coronavirus sono una preziosa fonte di affetto, compagnia e svago. In una situazione come questa, possiamo affermare che siano ancor più importanti per il nostro equilibrio e la nostra salute mentale. Quindi è il caso di sbilanciarsi: se ci stavi pensando, non farti scoraggiare dal momento e adotta un cane, è il miglior regalo che tu possa farti!